<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://px.ads.linkedin.com/collect/?pid=1958548&amp;fmt=gif">

Nozioni Chiave

Maggiore convenienza fissando il prezzo indicizzato

IT-BLOG-maggiore-convenienza-fissando-il-prezzo-indicizzato-LIST

 

Molto spesso è possibile fissare interamente o una parte del prezzo indicizzato durante la validità del contratto, così che si possa beneficiare dell’andamento favorevole del mercato. Si parla in questo caso di: fixing del prezzo. Una buona opzione per avere una maggiore convenienza. Con gli strumenti adeguati, questa scelta può portare a un risparmio considerevole.

Il prezzo si può fissare in due modi:

 

Il fixing fuori Borsa

Cliente e fornitore si accordano sul prezzo. La richiesta può essere fatta in qualsiasi momento durante l’apertura dei mercati, cioè quando il fornitore ha accesso alle piattaforme di trading.

 

Il fixing basato sui prezzi pubblici

I prezzi sono pubblicati a chiusura dei mercati. Il fornitore non può approvvigionarsi subito, il che comporta una variazione del prezzo nel tempo. Per sua tutela, il fornitore applica un sovrapprezzo all’offerta del cliente.

Alcune caratteristiche contrattuali proposte dai fornitori

  • Il prezzo iniziale è una combinazione dei due tipi di prezzo: 50% fisso e 50% variabile;
  • Il cliente può passare da un prezzo fisso a uno variabile;
  • Il cliente può modificare l’indice del prezzo variabile;
  • Indice trimestrale o giornaliero a scelta.

    Nella maggior parte dei casi si tratta di soluzioni inefficaci e portano a un aumento del prezzo per il cliente finale.

Motion design: © YEM

Della stessa categoria ti potrebbe interessare anche

Benché complesso, l’energy management system può essere implementato all’interno della propria organizzazione aziendale senza particolari...
Al pari di una spada lucida e affilata per un valoroso condottiero, l’energy management è l’arma più potente ed efficace nelle mani di un energy...